Top

Dell'Utri come Mandela: nasce il comitato per la libertà dell'ex senatore

Lettera al presidente della Repubblica per la scarcerazione del fondatore di Forza Italia condannato per concorso esterno a Cosa nostra

Marcello Dell'Utri
Marcello Dell'Utri

globalist

15 Marzo 2018 - 10.08


Preroll

Hanno inviato una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per chiedere un incontro, appena saranno eletti i nuovi presidenti delle Camere, per discutere della vicenda di Marcello Dell’Utri, l’ex senatore e fondatore di Forza Italia condannato per concorso esterno in associazione mafiosa.
Sono cinque ex parlamentari azzurri Amedeo Laboccetta, Elio Massimo Palmizio, Franco Cardiello, Vincenzo Gibiino e Giancarlo Pittelli, che hanno fondato il Comitato nazionale per la libertà di Dell’Utri. La lettera è stata inviata anche al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e al presidente del Tribunale di sorveglianza di Roma.
Recentemente la corte d’appello di Caltanissetta ha rigettato l’istanza di revisione del processo per il fondatore di Forza Italia. Nelle scorse settimane, invece, per due volte dal tribunale di sorveglianza di Roma ha bocciato un’istanza di differimento della pena per motivi di salute presentata dai legali dell’ex senatore.
“Dell’Utri – ha detto Laboccetta – è costretto a vivere 24 ore su 24 nella stessa stanza di ospedale con due persone che lo guardano costantemente, conversano e usano in continuazione i cellulari anche nelle ore notturne. Manca qualsiasi privacy e la condizione di recluso ospedaliero è peggiore di quella di recluso ordinario”.
“La posizione giuridica di Dell’Utri – hanno scritto i giudici spiegando il no alla liberazione – non è in alcun modo rassicurante: la sentenza in esecuzione ha accertato i suoi rapporti con i vertici di Cosa nostra dai primi anni ’70 al 1992. Allarmante appare la pregressa latitanza in Libano, avvenuta nel 2014, vale a dire poco meno di quattro anni fa, nonostante l’età, la patologia cardiaca e le altre affezioni già all’epoca presenti”. I giudici avevano anche sottolineato che Dell’Utri potrebbe essere condannato di nuovo per altri reati ed essendo stato già latitante potrebbe fuggire all’estero.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile