Gentiloni proroga per un anno i vertici dei servizi: "hanno svolto un lavoro eccellente"

Il presidente del consiglio dispone la conferma di Pansa (Dis) e Manenti (Aise): "decisione non pregiudica facoltà del futuro premier"

Paolo Gentiloni

Paolo Gentiloni

globalist 7 marzo 2018

Nessun cambiamento ai vertici dei servizi di intelligence che "hanno svolto un eccellente lavoro". Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, recependo il parere del Copasir, ha disposto la permanenza per dodici mesi nei rispettivi incarichi dei direttori del Dis Alessandro Pansa e dell'Aise Alberto Manenti, "con l'intento di assicurare certezza e stabilità agli organismi che presiedono alla sicurezza della Repubblica".
E' quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi. Il Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica (Cisr) si era riunito oggi per accogliere in un decreto il parere espresso dal Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, approvato qualche giorno fa a larghissima maggioranza, riguardante la possibilità di permanenza nel loro incarico degli attuali vertici dei servizi di sicurezza, in considerazione della imminente scadenza.
Il decreto recepisce interamente tutte le osservazioni e le raccomandazioni formulate dal Copasir. Viene inoltre sottolineato da fonti vicine a palazzo Chigi "l'eccellente lavoro svolto dai servizi di intelligence" e come "questa decisione non pregiudichi ovviamente in alcun modo la facoltà del futuro Presidente del Consiglio di prendere al riguardo le sue autonome decisioni".