Top

Leghisti permalosi: denuncia verso ignoti per i manifesti imbrattati di Erba

Nella notte sono stati vandalizzati dei manifesti elettorali della Lega. Ma gli stessi leghisti non avevano detto una parola per le immagini della Boldrini decapitata.

<picture> I manifesti imbrattati </picture>
I manifesti imbrattati

globalist

2 Marzo 2018


Preroll

Non una parola di denuncia si era levata contro le vergognose immagini di Laura Boldrini decapitata, ma è bastato che qualcuno vandalizzasse i manifesti elettorali della Lega a Erba perché la denuncia da parte dei sostenitori di Salvini si levasse con sdegno: “Con il vostro comportamento non insultate solo lui, i militanti e quanti credono nelle nostre battaglie, ma soprattutto insultate la democrazia, chi si è battuto per essa e quanti in modo onesto e veramente democratico portano avanti le proprie idee. Non è così che ci fermerete” si legge sulla pagina facebook della Lega.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Un gesto sicuramente infantile e di cattivo gusto, quello di scrivere “Salvini giura su sto c**zo” (in riferimento al giuramento sui vangeli del leader del carroccio), ma che va a intonarsi al tono puerile e vergognoso che ha infettato l’intera campagna elettorale, che oggi giunge a conclusione in attesa del voto. 

Middle placement Mobile

A denunciare i vandali è stato Eugenio Zoffili, capogruppo leghista in consiglio comunale a Erba e capo segreteria di Salvini, che si è recato personalmente dai carabinieri per denunciare quell che definisce “dei poveretti”. 

Dynamic 1

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage