Top

Grasso insiste: "Sciogliere le formazioni neofasciste come CasaPound"

Il leader di Liberi e uguali: "la magistratura deve valutare se CasaPound e Forza Nuova sono fuorilegge. Chi usa come strumento di lotta politica la violenza o l'odio razziale è fuori dal nostro ordinamento"

Pietro Grasso
Pietro Grasso

globalist

1 Marzo 2018 - 11.05


Preroll

Dopo il rifiuto di Liberi e uguali a partecipare ad una tribuna elettorale Rai assieme a CasaPound, “rivendicano il fascismo come esperienza storica di riferimento definendo i propri aderenti come fascisti del terzo millennio”, anche Pietro Grasso torna a parlare dell’estrema destra.
“Ci sono formazioni, ha detto il ledaer di LeU, che inneggiano al fascismo che si considerano fasciste, CasaPound e Forza Nuova si considerano fascisti e non rinnegano ciò che è il fascismo. Però bisogna distinguere: una cosa è la valutazione politica, altro è la valutazione giuridica che può portare anche allo scioglimento secondo la nostra costituzione”.
Ma Casapound e Forza Nuova vanno dunque sciolti? “Chi usa come strumento di lotta politica la violenza o l’odio razziale è fuori dal nostro ordinamento, ha detto Grasso, e non c’è dubbio che vada sciolto. La magistratura deve valutare se CasaPound e Forza Nuova sono fuori legge, perché una cosa è la valutazione politica un’altra è quella giuridica che può portare allo scioglimento. Bisogna valutare se usano dei metodi che possono rientrare nell’organizzazione del partito fascista. Non basta che dicano ‘siamo fascisti’, devono essere valutate tutte le loro azioni e attività”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage