Top

Civati attacca Minniti: "l'unica fermezza che dovrebbe avere è contro il fascismo"

Il candidato LeU: "preoccupato per il continuo ripetersi di violenze di chi predica odio e lo pratica in perfetta coerenza con l'apologia del fascismo"

Pippo Civati
Pippo Civati

globalist

23 Febbraio 2018 - 13.51


Preroll

Dopo i numerosi episodi di violenza politica che stanno contrassegnando la campagna elettorale, da ultimi l’incendio al centro sociale Magazzino 47 di Brescia e gli scontri di Torino, Pippo Civati, segretario di Possibile e candidato di Liberi e Uguali alla Camera in Lombardia, crtitica il ministro dell’Interno, Marco Minniti.
“Esprimo a nome di Liberi e uguali, ha scritto Civati sul suo blog, la nostra solidarietà al Magazzino 47 e la preoccupazione per il continuo ripetersi di questi episodi, a centinaia, tra pestaggi, violenze di strada, intimidazioni da parte di chi predica odio e lo pratica, in perfetta coerenza con l’apologia del fascismo che la nostra Costituzione vieta esplicitamente e che la Repubblica dovrebbe far rispettare”.
Poi le critiche a Minniti. Il ministro dell’Interno, ha sottilineato Civati, finora ha espresso “solo tranquillità e nessuna fermezza. Torniamo a chiedere, da antifascisti e pacifisti, ha concluso Civati, che si interrompa questa spirale e che i responsabili di questi innumerevoli episodi siano consegnati alla giustizia e sciolte le loro organizzazioni, contrarie alla legge e avversarie non di questa o quella parte politica, ma di tutta la Repubblica italiana”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage