Top

Mai più fascismi: la Cisl e il Tavolo antifascista di Pisa aderiscono alla manifestazione

Una delegazione del sindacato alla manifestazione nazionale di sabato a Roma: "bisogna fermare questa ondata di odio e violenza strisciante". Da Pisa l'adesione del Tavolo antifascista

Mai più fascismi
Mai più fascismi

globalist

20 Febbraio 2018 - 16.17


Preroll

Una delegazione della Cisl, guidata dalla segretaria generale, Annamaria Furlan, parteciperà, insieme alle altre ventidue organizzazioni promotrici, sabato 24 febbraio a Roma alla manifestazione nazionale ‘Mai più fascismi, mai più razzismi’.
“Bisogna fermare, ha sottolineato la Cisl, questa ondata di odio e di violenza strisciante che sta emergendo nella società italiana, con episodi inquietanti di xenofobia, razzismo, intolleranza, che appartengono ad un tragico ed oscuro periodo della storia del nostro paese e dell’Europa che non deve assolutamente tornare. Il pericolo di una rinascita dei fascismi si sconfigge attraverso l’unità tra tutte le forze democratiche e con il rispetto dei principi e delle norme della nostra Carta Costituzionale”.
“Per questo, ha sottolineato la Cisl, occorre un’alleanza forte e coerente tra le istituzioni e la società civile, per mettere al bando tutte le forme di intimidazione fisiche e verbali, il linguaggio violento sul web, le provocazioni che si richiamano al fascismo o al nazismo. Dobbiamo saper trasmettere nella società italiana e soprattutto tra le giovani generazioni, i grandi valori ideali e morali della libertà, della tolleranza, dell’accoglienza pacifica, del rispetto della persona e della vita, della solidarietà e della democrazia come strumento di partecipazione e di riscatto sociale. Questi sono i valori fondativi della nostra Repubblica e della nostra Carta Costituzionale, di cui la Cisl sarà sempre fieramente custode ed impegnata per la difesa del lavoro e la giustizia sociale, nella sua azione sindacale pluralista, libera ed autonoma”.
A Roma ci sarà anche il Tavolo provinciale dell’antifascismo di Pisa. Sono 23 soggetti del territorio tra associazioni, organizzazioni sindacali, forze politiche che hanno condiviso la valutazione che “qui e ora c’è una minaccia per la democrazia” e hanno chiesto alle istituzioni democratiche un impegno straordinario perché “l’indifferenza e la debolezza dello Stato non rendano possibile il ripetersi dell’avventura fascista che portò sangue, guerra e rovina”. “Occorre rispondere, ha detto il presidente provinciale dell’Anpi di Pisa Bruno Possenti, con l’unità di tutte le forze civiche, associative, sindacali, politiche che si riconoscono nei valori della Costituzione nata dalla Resistenza e di i tutti i cittadini di fede democratica. La manifestazione del 24 febbraio dovrà essere patrimonio di quanti hanno a cuore l’inalienabile valore della libertà”.
“Siamo testimoni, ha aggiunto Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, di come sta crescendo nel Paese e a Pisa una solidarietà ragionata e un calendario fitto di iniziative per dare una risposta alla presenza, anche in campagna elettorale, di forze politiche e movimenti che rappresentano i disvalori del fascismo. Auspichiamo una forte partecipazione alla manifestazione nazionale di sabato a Roma da parte dei sindaci dell’area pisana e di tutto il tessuto civile e democratico”.
L’appuntamento è alle 13.30 a Piazza della Repubblica. Il corteo sfilerà fino a raggiungere Piazza del Popolo, dove alle 15 inizieranno gli interventi dal palco.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage