Boldrini: il terrorismo non deve essere un motivo per sospendere i diritti umani

La presidente della Camera; le ragioni di sicurezza nazionale siano invocate come motivi per cancellare le tutele individuali e collettive

Laura Boldrini

Laura Boldrini

globalist 10 dicembre 2017

La sicurezza non deve essere motivo per sospendere i diritti umani. E' quanto ha affermato la presidente della Camera, Laura Boldrini, in una dichiarazione in occasione della giornata mondiale dei diritti umani.
"I diritti umani - rileva Boldrini - sono il tratto più caratteristico dell`identità europea. Questa consapevolezza va riaffermata nella giornata in cui si celebra la Dichiarazione universale dei diritti umani, proclamata a Parigi 69 anni fa. Perché forte è il rischio che la lotta contro il terrorismo e le ragioni di sicurezza nazionale siano invocate come motivi per sospendere le tutele individuali e collettive".
"Il nostro continente deve invece riuscire a garantire la sicurezza nel pieno rispetto dei diritti e delle libertà. Pur di fronte alla minaccia del fanatismo stragista - continua Boldrini - non dobbiamo cedere alla logica alla quale i terroristi vogliono indurci e rinunciare ai cardini della nostra civiltà. Così come dobbiamo saper difendere i valori che sono alla base dell`Europa dall`assalto degli spacciatori di paura che invocano muri e fili spinati. Le barriere che alcuni vogliono ripristinare nel segno di nazionalismi fuori dal tempo darebbero un colpo letale agli ideali di inclusione, solidarietà, rispetto della persona che hanno fatto dell`Unione europea un modello esemplare ed ammirato nel mondo".