Top

Gotor: il Pd è diventato un partito di centro che guarda a destra

Il senatore bersaniano di Mpd: serve discontinuità e costruire un progetto nuovo con Pisapia

Miguel Gotor, senatore
Miguel Gotor, senatore

globalist

27 Giugno 2017 - 10.00


Preroll

“E’ una sconfitta netta, chiara, una delle più grandi degli ultimi anni”, “soprattutto per il centrosinistra imperniato intorno al Pd a trazione renziana”. Lo dice il senatore di Mdp, Miguel Gotor, in un’intervista a Qn sull’esito dei ballottaggi. Il Pd, aggiunge, “ha subito una vera mutazione genetica: è un partito di centro che guarda a destra con una scolorita sinistra al suo interno”. “In questi anni di leadership Renzi ha rinunziato a organizzare il campo progressista a livello locale quando invece il centrosinistra è sempre stato un soggetto plurale che costa fatica ed energie costruire.

OutStream Desktop
Top right Mobile

E’ in crisi il modello stesso del renzismo. Serve una discontinuità netta rispetto a questa strategia che voleva provocare una rottura a sinistra per prendere i voti del centrodestra che ora raccoglie il vento di destra che soffia”, afferma Gotor. “In ogni caso sono ottimista: riusciremo a stare tutti insieme, ma non a ogni costo. L’unità di base sui programmi. Il primo luglio a Roma, con Pisapia e Bersani, daremo vita a un progetto nuovo che avra’ le caratteristiche dell’autonomia e dell’alternatività rispetto al Pd renziano”.

Middle placement Mobile

“Stiamo organizzando l’iniziativa del primo luglio insieme a Pisapia con grande spirito di collaborazione. Articolo 1 è appena nata e sta tenendo le sue assemblee regionali. Saremo l’infrastruttura e i protagonisti di questo nuovo soggetto politico, un campo largo e innovativo di cui Pisapia sarà il federatore”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage