Top

Strafalcioni e papere: il consigliere Cofone peggio di Cetto La Qualunque

Il video di uno dei comizi più improbabili della storia diventa virale. Antonio Albanese morirà d'invidia...

Angelo Cofone
Angelo Cofone

globalist

12 Giugno 2017 - 15.36


Preroll

Obiettivamente sembra uno scherzo. Ma in realtà è tutto vero. Così il video di un comizio ha trasformato un aspirante consigliere in una star del web. Parliamo di Angelo Cofone, commissario della locale Democrazia Cristiana e candidato al comune di Acri. Il filmato è diventato virale: pare la parodia di Cetto La Qualunque, celebre personaggio di Antonio Albanese. Cofone, detto «frospero», ossia «fiammifero», taglio di capelli improbabile, baffo e mosca neri, si presenta sul palco per sostenere la candidata sindaco Anna Vigliaturo. Vuoi l’emozione; vuoi la mancanza di una dialettica da Cicerone; fatto sta che ne viene fuori un comizio esilarante. E anche lui ne è consapevole. L’esordio è un’excusatio non petita: «Buonasera a ttuttiiii – arringa la folla con marcatissimo accento calabro – Se faccio qualche sbaglio non vi mettete a ridere perché sennò…».
Poi il nostro legge un testo ma è un continuo inciampare, fermarsi, tentennare. «…Abbiamo deciso, sostenen… sost… (ride) …scusate…». «Di sostenere» non riesce proprio a dirlo: con tutte quelle «s». Sì, insomma, vuole dire che la Dc sostiene Anna Vigliaturo che però lui chiama «Vigliatura». Con la «a» finale.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Poi aerrivano i problemi del paese: la strada, la chiusura del Cup e poi quei due depuratori, mal mantenuti. E qui s’innervosisce. Incespica: «…che vengono riversati… tutt… Fonda…». Forse salta qualche riga. Si spazientisce: «Aaahh… S’è capit tutt…». Ride pure lui. La piazza si sbellica ma gli regala un applauso di incoraggiamento.

Middle placement Mobile

Cofone allora riprende a leggere con grande difficoltà: «Possiamo solo immaginare i danni che possiamo provocare». Non era scritto proprio così ma in platea non se ne accorge nessuno. Lui prosegue. A stento: «Quinti… Insiem… Tutta la squatr… Non solo noi… Beh… Vi prometto che… Tutt… Tutt… Per c…». Anche qui sul foglio dev’esserci scritto qualcosa di illeggibile. Niente, non ce la fa: «Aaahh…». Altro sbuffo nel microfono con imprecazione in dialetto calabro che fa letteralmente sganasciare la piccola folla. Si scusa: «Eh… L’emozione…». Un po’ se la prende: «Dai, senza ridere…».

Dynamic 1

Su youtube la performance di Cofone ha fatto il pieno. Antonio Albanese sarà invidioso…

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile