Top

Zingaretti: no ai capi che impongono, scelgo Orlando

Il governatore del Lazio ha aperto la manifestazione orlandiana al Teatro Eliseo di Roma, ufficializzando il suo voto allo sfidante di Renzi

Zingaretti e Orlando

globalist

12 Marzo 2017


Preroll

 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Nicola Zingaretti ha ufficializzato il suo sostegno allo sfidante Pd, Andrea Orlando alla manifestazione organizzata al Teatro Eliseo di Roma.

Middle placement Mobile

“Siamo qui perché è il tempo del coraggio contro la pigrizia e nuovamente è il tempo di cambiare il partito. Prima che gli elettori cambino definitivamente loro scelta”. Sono state queste le dichiarazioni di apertura dell’evento.

Dynamic 1

Serve un “Pd nuovo, aperto, democratico libero, non nelle parole ma nella pratica”, servono “leader che uniscano non capi che impongono”. “Voto Orlando per questo. Ma anche per ricostruire il centrosinistra”, ha spiegato, riconoscendo la “bella idea” del Campo progressista lanciato ieri da Giuliano Pisapia.

“Voglio tornare a dare una mano”, ha spiegato il presidente della regione Lazio rivendicando il lavoro fatto negli ultimi anni. “Se intorno a noi non cambia qualcosa rischiamo di non farcela. Dobbiamo aprire una nuova stagione, con tre obiettivi semplici: cambiare il Pd, rifondare un campo di forze largo del centrosinistra e riportare giustizia in Italia”.

Dynamic 2

Zingaretti ha messo in guardia dalla “distanza tra il Pd che vogliamo e la verità che si incontra, bisogna stare attenti all’effetto del Truman show”. “Se non nel congresso – ha chiesto – quando affrontiamo questa grande battaglia di rinascita democratica? Dobbiamo ammettere che qualcosa non ha funzionato, molti nostri elettori ormai stanno a casa o scelgono il populismo del M5s. Forse siamo diventati troppo qualcos’altro, ora serve una rivoluzione. Il Pd non deve essere un partito di fedeli, ma un collettivo di persone leali. Non è un attacco ma un atto d’amore per il partito dire che il Pd deve cambiare”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage