Salvini, vomitevole sessismo: Boldrini è una bambola gonfiabile

Ancora una volta il leader della Lega dà il peggio di sé. Questa volta abbandona un attimo gli immigrati e se la prende con una donna delle istituzioni.

Salvini

Salvini

Claudia Sarritzu 25 luglio 2016

@ClaudiaSarritzu


Mi chiedo sempre se bisogna dare risalto a tutto quello che Salvini dice o fa. Me lo chiedo perché credo che forse ignorarlo sia l’unico modo per farlo sparire dalla scena politica italiana. Illusa! 


Ma poi mi rispondo che non posso, non possiamo, noi che riusciamo ancora a scandalizzarci, a provare nausea per affermazioni o gesti che stridono con la nostra sensibilità democratica, con i nostri valori di uguaglianza e solidarietà - che oggi non vanno poi tanto di modo- a tacere. O più semplicemente non possiamo stare muti perché certi comportamenti fanno a pugni con il buon gusto. C'è stato un tempo in cui i maschilisti per esempio si vergognavano di esserlo, oggi ne vanno fieri.


Non possiamo stare zitti, io per prima come donna con una dignità, non posso stare zitta e non denunciare l’ennesima schifezza detta senza suscitare reazioni indignate. Non posso perché tanto "le varie Lilli Gruber" presenti nelle reti italiane continueranno a invitarlo senza mai davvero contraddire le sue sparate contro gli immigrati senza mai svergognarlo in Tv. Perché faccio l'esempio di Lilli Gruber? Giornalista che ho sempre apprezzato: perché dalle donne mi aspetto più che dai colleghi uomini, e non capisco perché nonostante il sessismo sbandierato con orgoglio e le bugie sui migranti un signore come Salvini venga ancora considerato un ospite degno di una trasmissione seria.


Qual è la notizia di oggi? Il leader della Lega Matteo Salvini si è espresso nei confronti della presidente della Camera Laura Boldrini durante un evento nei giorni scorsi a Soncino, in provincia di Cremona. "C'è una sosia della Boldrini qua sul palco", ha indicando una bambola gonfiabile alle sue spalle.


La cosa più grave è che il video è stato accolto con applausi e risate. La pancia del paese ha ancora una volta testimoniato quanto è maschilista, offensiva e stupida.


Ma non è finita qui. Prima dell'attacco alla presidente della Camera, Salvini, era  rimasto a torso nudo sul palco per indossare una maglietta, e ha detto: "Le signore là mi hanno detto: sei più magro di come sembri in televisione", aggiungendo poi un altro commento, questa volto omofobo: "Che me lo dicano anche i maschi è preoccupante"…


Di preoccupante è che ti invitino ancora a parlare in Tv, caro Matteo. Noi continueremo a diffondere in modo critico tutto quello che di osceno uscirà dalla tua bocca.