Soluzioni Troika? La Grecia faccia guerre, e mandi pensionati al fronte

Lettera in redazione di un lettore che suggerisce, sulla base di quanto vuole la Troika, una soluzione. Se non finale, diciamo quasi: una guerra.

redazione 4 luglio 2015

Caro lettore di Globalist

leggo, non senza provare un brivido di insano piacere, che tra il 2008 e il 2009, alla Grecia in crisi, la Troika ha chiesto di non toccare le spese militari. Cioè, a quel popolo alla frutta, venivano chiesti sacrifici in ogni campo della vita dei cittadini, meno che sul fronte militare. Anzi: lì gli accordi di vendita militari relativi a sommergibili e navi non potevano essere messi in dubbio.


Un lettore non anestetizzato si porrebbe il dubbio. Perché mai chiedere a un popolo la propria resa umana, la distruzione dei servizi sociali, delle scuole, degli ospedali, ma pretendere che difenda le macerie con le armi che i paesi ricchi continuano a imporre? Così è: i consigliori della roika sono riusciti a spennare il popolo greco, con una cura che lo ha ridotto all'osso, senza mai fare scendere la spesa militare greca sotto il 2,2% del Pil. Per curiosità guardate quanto è la spesa militare dei paesi paraculi rispetto al Pil e vi renderete conto della presa per i fondelli.


Penso anche che la parte che maggiormente indigna la Troika della contropoposta del governo Tsipras sia quella in cui si parla di abbassare la spesa militare.


{{*ExtraImg_153463_ArtImgCenter_490x46_}}


Comunque riprendendo il ragionamento: che cosa voglioni i padroni dell'Europa delle banche dalla Grecia? Che abolisca i pensionati, faccia sparire con una bacchetta magica i disoccupati, venda ai ricchi le isole e il Partenone, si trasformi in una grande Disneyland dell'antichità per ricchi americani e tedeschi con le ciabatte e il calzino bianco corto.


E la soluzione? Puntare sulle armi. Dichiarare guerra a qualcuno e mandare al fronte i pensionati, gli insegnanti della scuola pubblica, i disoccupati, i poveri a combattere con le armi che la Grecia deve continuare a comprare. In modo che con un colpo solo quyelle armi servono a qualcosa e diminuisce l'inutile spesa sociale che tanto rompe le scatole alla troika.



A proposito, cari italiani che ve la ridete. Non è che con la storia degli F35 l'Italia è tanto lontana eh. Più cannoni, meno scuole. Questa la morale.

Lettera firmata.