Top

Delrio, primo giorno da ministro delle Infrastrutture

Arrivato in bici, il neo-ministro ha promesso un lavoro serio con il presidente dell'autorità anti-corruzione Raffele Cantone

Delrio, primo giorno da ministro delle Infrastrutture

Desk3

3 Aprile 2015 - 13.17


Preroll

Per Graziano Delrio è stato il primo giorno di lavoro da neo-ministro delle Infrastrutture, che dopo il suo arrivo in bicicletta, ha promesso che lavorerà a stretto contatto con il presidente dell’autorità anti-corruzione Raffele Cantone su tutte le grandi opere con l’obiettivo della trasparenza.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Anticorruzione. “Mi sono sentito stamattina anche con il presidente Cantone, con cui lavoreremo a strettissimo contatto, su Expo, sul Mose, su tutte le grandi opere italiane”.”L’Italia – ha detto ancora – è casa nostra e le opere pubbliche e i soldi pubblici nella nostra testa sono come i soldi privati, anzi di più”. Rispondendo poi a chi gli dice che c’è ancora parecchio da fare, Delrio afferma: “siamo abituati a lavorare, come tutti gli italiani”.

Middle placement Mobile

Trasparenza. Noi dobbiamo lavorare per fare un ragionamento molto trasparente su tutte le cose, per prendere delle decisioni molto condivise, i cui elementi siano a conoscenza di tutti”, afferma inoltre Delrio. Alla domanda su cosa farà adesso, nel suo primo giorno di lavoro al ministero, Delrio risponde: “prendiamo visione di alcuni aspetti burocratici, siamo già al lavoro da alcune ore”.

Dynamic 1

Expo. “Abbiamo fatto il punto anche stamattina con il presidente del Consiglio”. “E’ una grande sfida e siamo riusciti a raddrizzarla abbastanza, era in un momento di grande difficoltà”.

L’Aquila. L’Aquila “ce la farà, assolutamente – ha detto il ministro – anzi la ricostruzione sta andando molto bene”. “Assolutamente – insiste Delrio – L’Aquila ha molte risorse a disposizione che abbiamo stanziato come Governo”.

Dynamic 2

Lavoro. “Con un lavoro paziente ma serio metteremo in fila tutte le cose. Noi dobbiamo fare le cose cominciate e portarle a termine”. Così il neoministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio. E fa un paragone: “come quando si fa un lavoro a casa: nessuno inizia a riparare la cucina e poi la lascia a metà, guarda come vengono eseguiti i lavori,li controlla,fa in modo che i preventivi corrispondano alla spesa finale. Io farò così, come ho sempre fatto anche da sindaco”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage