Top

Le opposizioni in marcia contro la tagliola

Grillo tuona: Questo governo sta uccidendo la democrazia e affossando la costituzione. Risponde Renzi: Piaccia o no, le riforme le faremo.

<picture> Le opposizioni in marcia contro la tagliola </picture>

Desk1

24 Luglio 2014


Preroll

Dopo che il presidente del Senato Pietro Grasso ha annunciato nell’aula di Palazzo Madama la decisione della conferenza dei capigruppo di contingentamento, le opposizioni hanno interrotto i lavori in entrambe le Camere, per recarsi dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano per protestare contro la cosiddetta tagliola.

OutStream Desktop
Top right Mobile

I deputati cinquestelle hanno abbandonato l’Aula della Camera, dove era in corso l’esame del bilancio interno di Montecitorio, appena appresa la notizia del contingentamento al Senato, per recarsi a Palazzo Madama, dove insieme ai colleghi senatori hanno cominciato una marcia di protesta verso il Colle, dove.

Middle placement Mobile

De Petris (Sel): Abbiamo ricevuto attenzione dal Quirinale. Loredana De Petris di Sel in rappresentanza del Gruppo Misto, Vito Petrocelli di M5S e Gianmarco Centinaio della Lega hanno incontrato al Quirinale il segretario generale Marra. “Siamo stati ricevuti dal Segretario generale Marra à ha dichiarato la De Petris -. Ci ha assicurato che riferirà al Capo dello stato quanto detto. Abbiamo espresso le nostre perplessità sulla tagliola, imposta al ddl costituzionale di riforma ed abbiamo ottenuto attenzione”.

Dynamic 1

Grillo: “Il governo uccide la democrazia”. Beppe Grillo dal suo profilo di facebook ha tuonato contro il governo: “I nostri ragazzi si stanno recando al Quirinale. Questo governo sta uccidendo la democrazia e affossando la costituzione. Noi non molliamo”. Il corteo è partito da Palazzo Madama: “Stanno stracciando la Costituzione, andiamo tutti insieme al Quirinale a protestare” ha urlato tra gli applausi dei colleghi Paola Carinelli, capogruppo del M5S alla Camera.

Renzi: “Piaccia o no, le riforme le faremo”. “L’ultima parola sulle riforme sarà dei cittadini: referendum comunque! #noalibi”. Ha risposto con questo tweet, il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi alle polemiche sul contingentamento, confermando il referendum sulle riforme. La dichiarazione è stata subito ritwittata dal premier Matteo Renzi, che ha poi aggiunto in un’intervista: “In Italia c’è un gruppo di persone che dice no, da sempre. E noi, senza urlare, diciamo sì. Piaccia o non piaccia, le riforme le faremo”.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage