Top

Onida si scusa con Napolitano e Berlusconi, Pdl: lasci

Dopo lo scherzo telefonico della Zanzara, arrivano le scuse ufficiali del giurista. Ma la polemica infuria.

Onida si scusa con Napolitano e Berlusconi, Pdl: lasci

Redazione

4 Aprile 2013 - 21.45


Preroll

Valerio Onida chiede scusa per il contenuto della telefonata con la finta Margherita Hack. L’ex presidente della Consulta, con una nota diffusa nel pomeriggio, dichiara di essere stato “ingenuo nel credere che l’autrice della telefonata fosse realmente la professoressa Hack”. “Esprimo il mio rammarico per l’imbarazzo che la pubblicazione può aver creato al Presidente della Repubblica, e le mie scuse al Presidente Berlusconi, dato che un mio giudizio privato espresso in chiave ironica, diventando pubblico, potrebbe averlo offeso”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Onida, durante lo scherzo telefonico architettato dalla trasmissione radiofonica “La Zanzara”, aveva risposto alle domande della finta Margherita Hack, sostenendo come il lavoro dei saggi fosse inutile, aggiungendo un auspicio relativo ad un pensionamento anticipato per Silvio Berlusconi.

Middle placement Mobile

Le reazioni nel mondo politico non si sono fatte attendere. Se il Capo dello Stato aveva indirettamente risposto a Onida, difendendo il lavoro dei ‘facilitatori’ con un lapidario “Non credo si stia perdendo tempo”, dal fronte Pdl si è alzato forte un coro che ha chiesto le dimissioni del giurista. “Napolitano sciolga i saggi” la richiesta dei rappresentanti del partito di Berlusconi, che hanno chiesto a chiare lettere l’allontanamento di Onida.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage