Top

Anche i saggi abboccano. Onida: io ingenuo, ma violazione grave

Il giurista, ora membro della Commissione per le riforme istituzionali, si difende dopo lo scherzo telefonico di cui è rimasto vittima.

Anche i saggi abboccano. Onida: io ingenuo, ma violazione grave

Redazione

4 Aprile 2013 - 19.44


Preroll

Uno scherzo telefonico che ha scatenato polemiche e accuse. Valerio Onida, vittima di uno scherzo della trasmissione radiofonica “La Zanzara” durante il quale è stato contattato da una finta Margherita Hack, si difende, passando al contrattacco.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Sono stato ingenuo nel pensare che l’autrice della telefonata fosse veramente la professoressa Hack” ha affermato Onida in una nota, aggiungendo poi che “la pubblicazione del contenuto di una conversazione privata, nella quale l’interlocutore falsifica la propria identità costituisce una grave violazione della libertà e della segretezza delle comunicazioni garantita dalla Costituzione. Detto questo, che non sia inutile il lavoro che stiamo facendo lo dimostra il fatto che mi trovo qui con i miei colleghi a lavorare”.

Middle placement Mobile

Onida, contattato dalla trasmissione telefonica, aveva candidamente ammesso, davanti alle incalzanti domande della finta astrofisica, di ritenere inutile il ruolo e il lavoro dei ‘saggi’ nominati, auspicando tra l’altro un pensionamento anticipato per Silvio Berlusconi.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage