Disubbidientzia: chi sono i sardi alleati con i veneti

Il gruppo è stato fondato nel 2011, ha dato vita alla Repubblica di Malu Entu. Indagato anche il leader, Doddore Melone. Tra i 24 arresti Felice Pani.

Desk2 2 aprile 2014
Nell'ambito dell'operazione [url"contro L'Alleanza per la secessione del Veneto"]http://www.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=56410&typeb=0[/url], i carabinieri del Ros di Brescia hanno arrestato stamattina a Terralba (Oristano) Felice Pani, 54enne "ministro" della Repubblica di Malu Entu. Le indagini della procura di Brescia sull’organizzazione ha portato a un totale di 24 arresti per terrorismo ed eversione.



Alle 5 di questa mattina sono stati perquisti la casa e gli uffici dell’indipendentista Doddore Meloni, fondatore del movimento indipendentista sardo nell’Oristanese, che ha anche comunicato il sequestro di telefoni e computer. L'accusa per entrambi è quella di aver messo in atto "varie iniziative, anche violente" per ottenere l'indipendenza del Veneto dall'Italia.



Secondo gli inquirenti, infatti, il movimento potenzialmente eversivo veneto "ha riunito più organizzazioni secessioniste sotto il comune progetto dell'indipendenza dallo Stato italiano". Tra queste, oltre a Brescia Patria e Veneto Stato, il gruppo indipendentista sardo Disubbidientzia. Il gruppo sardo è stato creato nel 2011 da Meloni, per il "contrasto rivolto alle problematiche che affliggono la società sarda". Il comitato si è proposto come strumento legale per assicurare l’affermazione dei diritti dei sardi.