Mahmood chiede aiuto dopo l'incendio: "Per molte famiglie sarà dura ricominciare, non dimentichiamoli"

Il cantante parla dell'incendio che ha distrutto l'edificio dove viveva e propone una raccolta fondi per i condomini in difficoltà

L'appello di Mahmood

L'appello di Mahmood

globalist 2 settembre 2021

Il drammatico rogo che ha distrutto l’edificio in cui viveva ha gettato nel lastrico molte famiglie.

Anche Mahmood è tra i residenti del palazzo andato distrutto dalle fiamme a Milano qualche giorno fa.

Il cantante, dopo aver tranquillizzato via social i fan, è tornato su Instagram pubblicando una storia dove ha spiegato la situazione difficile: "Per molti dei miei vicini sarà più dura ricominciare, non tutti possono ricostruire una vita in pochi giorni e riavere ciò che avevano prima. Molte persone e molte famiglie hanno necessità di aiuto".

"Oggi finalmente potremo constatare cosa rimane dei nostri effetti personali", ha esordito sui social il vincitore della 69edizione di Sanremo, tra gli abitanti della Torre dei Mori andata a fuoco.

Il cantante ha lanciato un appello perché quanto è successo non venga scordato: "Spero veramente che questa situazione non venga dimenticata in pochi giorni e che si faccia quanto possibile per aiutare tutti coloro che ne hanno bisogno".

Poi nelle storie ha condiviso l'Iban di un conto corrente intestato al condominio, promuovendo una raccolta fondi avviata per aiutare le famiglie più in difficoltà. Gli stessi residenti della Torre Antonini hanno aperto un profilo social per mostrare con trasparenza i proventi raccolti.

L'appartamento di Mahmood si trovava al nono piano del grattacielo e nelle ore immediatamente successive all'incendio aveva detto sui suoi profili social: "Sto bene. Per fortuna non ci sono state vittime. Un grazie ai vigili del fuoco per l’incredibile lavoro svolto e a voi tutti per i messaggi. Vi voglio bene. La vita è bella".