Forza Italia bacchetta Salvini: "Definire Lamorgese ministra del Pd è forzare la realtà"

Il senatore Andrea Cangini: "A mio avviso non è il miglior ministro dell`Interno possibile, ma da qui a prenderla di petto come se si stesse all'opposizione ce ne passa".

Il nuovo direttore, Andrea Cangini

Il nuovo direttore, Andrea Cangini

globalist 1 settembre 2021

Volano gli stracci a destra tra i sovranisti e i cosiddetti liberali che tentano di tenere testa e non sparire del tutto.

"E` una forzatura rispetto alla realtà dire che Lamorgese sia un ministro del Pd. Non è un ministro del Pd, è un prefetto di carriera che è stata scelta come ministro dell`Interno, a mio avviso non è il miglior ministro dell`Interno possibile, ma da qui a prenderla di petto come se si stesse all`opposizione ce ne passa".

Così Andrea Cangini, senatore di Forza Italia, ai microfoni di Radio Cusano Campus, a proposito delle critiche di Salvini nei confronti della ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese.


"Appoggiando questo governo Salvini ha fatto una scelta realista che non era scontata, sicuramente sta stretto in questa situazione perché ha mantenuto l`atteggiamento da giovane leghista di opposizione, infatti c'è una spaccatura nella Lega tra chi ha un atteggiamento governista come Giorgetti e il segretario che ha posizioni più antagoniste. Tuttavia non credo che l`appoggio della Lega al governo Draghi verrà meno e questo è un bene per l`Italia. Stare al governo con Pd e M5S crea problemi anche a me ovviamente, non è una cosa naturale perché non è naturale la situazione che il Paese sta vivendo", conclude.