Emergency ricorda Gino Strada: " Ha fatto di tutto per rendere migliore il mondo"

la presidente di Emergency Rossella Miccio commentando la morte di Gino Strada, fondatore della Ong.

Gino Strada

Gino Strada

globalist 13 agosto 2021

Sgomento e commozione: "Nessuno se l'aspettava. Siamo frastornati e addolorati. E' una perdita enorme per il mondo intero. Ha fatto di tutto per rendere migliore il mondo. Ci mancherà tantissimo".
Lo ha detto commossa la presidente di Emergency Rossella Miccio commentando la morte di Gino Strada, fondatore della Ong.

Piero Grasso
Mentre i talebani avanzano in Afghanistan arriva la triste notizia della morte di Gino Strada. Ha fondato Emergency per curare le ferite e le vittime di tutte le guerre, ha tenuto alto il nome dell'Italia nel mondo e non si è mai tirato indietro di fronte alle difficoltà nel nostro Paese e all'estero. Un abbraccio affettuoso e commosso a Cecilia e a tutti coloro che lavorano o fanno volontariato per Emergency''.
Così sui social il senatore di Leu Pietro Grasso.

Arturo Scotto
 "Gino Strada era innanzitutto un medico.

Che davanti al diritto alla vita non chiedeva la carta d'identità o la carta di credito. Ha insegnato a tutti che la guerra è un tabù universale e che le vittime hanno un volto, un nome, una biografia. I civili, quelli che non racconta e non difende più nessuno. Emergency, la sua creatura, ha dimostrato al mondo cosa significa fare solidarietà. Un'eccellenza italiana. Di quelle vere. Addio, uomo buono". Cosi' Arturo Scotto, coordinatore di Articolo 1-Mdp.