L'idiozia dei no-vax non si ferma davanti al lutto: insulti a Milva perché si era vaccinata contro il Covid

La cantante aveva detto in un post Facebook lo scorso marzo dopo essersi vaccinata contro il Covid: “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui”

Milva

Milva

globalist 24 aprile 2021
I no-vax, la cui furia negazionista non si ferma neanche di fronte alla morte e al lutto, se la sono presa con Milva, la "pantera di Goro" scomparsa oggi all'età di 81 anni.
Infatti Milva si era vaccinata contro il covid il 26 marzo e lo aveva pubblicato su Facebook invitando a fare altrettanto: “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui” aveva scritto in un post con allegato uno scatto del momento in cui era stata vaccinata e rivolgendo un invito alle migliaia di persone che seguono la sua pagina: “Fatelo anche voi. 
Abbiamo bisogno di tornare alla vita di prima, e di abbracciare i nostri cari. 
Tutti quanti insieme possiamo farcela a sconfiggere questo virus”.
Proprio sotto quel recente post si sono scatenati i commenti più ignobili nei confronti di Milva, accusandola di aver pagato con la vita la sua scelta di vaccinarsi. 
“Ti ha fatto proprio bene questo vaccino vero? E lo hai pure consigliato ai tuoi fan! Complimenti! E buon viaggio” o “Non lo dovevi proprio fare....un’altra vittima dell’ignoranza e della fiducia mal riposta”. 
E su twitter si leggono cose come “A quanto pare il rischio è stato superiore al beneficio” e “Anche lei credeva nella scienza”.