Anche il Piemonte guidato dalla destra si arrende alla realtà: "La variante inglese sta per dilagare"

L'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi: "Ci stiamo preparando con nuovi letti Covid, più terapie intensive, e sollecitando i medici di base per la risposta territoriale"

Coronavirus

Coronavirus

globalist 1 marzo 2021

Mentre fino a pochi giorni fa la destra ha cavalcato qualsiasi malconento nel nome delle riaperture, ora i nodi vengono al pettine.

"In Piemonte la variante inglese ha raggiunto il 48% dei casi, e presto dilagherà, mettendo a forte rischio la nostra capacità di risposta".

Così l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi.

"Abbiamo mandato i numeri al ministero oggi - spiega - e stiamo monitorando una serie di Comuni h 24. La sorveglianza è strettissima, e dove sarà necessario si chiuderà. I focolai sono non solo nei pressi delle zone rosse, ma un po' ovunque. Ci stiamo preparando con nuovi letti Covid, più terapie intensive, e sollecitando i medici di base per la risposta territoriale. Ma un problema serio sono anche le scuole".