Speranza: "Segnali positivi ci sono, ma ancora insufficienti. No al liberi tutti"

Il Ministro: "Rt sta calando, ma dovrà scendere strutturalmente sotto l'1. Solo allora vedremo risultati più significativi. Dovremo ancora resistere per una fase significativa"

Roberto Speranza

Roberto Speranza

globalist 21 novembre 2020
Il Ministro della Salute Roberto Speranza, intervenedo a Farmacistapiù, ha sottolineato come "i primi segnali in controtendenza dopo le settimane di crescita vertiginosa del contagio si vedono, ma sono ancora del tutto insufficienti. La pressione sui servizi sanitari è fortissima. Rt sta calando, ma dovrà scendere strutturalmente sotto l'1. Solo allora vedremo risultati più significativi. Dovremo ancora resistere per una fase significativa. Guai a interpretare questi primi segnali come ad un liberi tutti".