Reggia Caserta, un cavallo che trasportava i turisti muore per il caldo ancora legato alla carrozza

La denuncia di Rinaldo Sidoli, portavoce dell'Alleanza Popolare Ecologista: "Sollecitiamo il governo affinché sblocchi l'emendamento che cancella il servizio a trazione animale"

Il cavallo morto

Il cavallo morto

globalist 12 agosto 2020
Uno dei cavalli che trasporta i turisti alla Reggia di Caserta è stramazzato al suolo per il gran caldo ed è poi morto, sotto gli occhi di tutti, anche dei bambini presenti. A denunciarlo è Rinaldo Sidoli, portavoce dell'Alleanza Popolare Ecologista, che scrive in una nota: "Quanto accaduto oggi è una ferita che deturpa l'immagine del Bel Paese. Alla triste scena, che ha toccato il cuore di tutti coloro che amano gli animali, hanno assistito anche dei bambini. Una vera indecenza. Questi esseri innocenti trasportano i turisti con il muso a dieci centimetri dall'asfalto, che in estate raggiungono i 55 gradi centigradi. Non c'è tradizione che possa giustificare la sofferenza degli animali". 
"Sollecitiamo il governo affinché sblocchi l'emendamento che cancella il servizio a trazione animale, approvato in Commissione trasporti il 9 luglio 2019. Questo esecutivo ha una tale maggioranza che può operare effettivamente un cambiamento di grande portata etica e culturale. È il momento giusto per mettere fine alla sofferenza dei cavalli, abrogando l'art. 70 del codice della strada e delle disposizioni della legge 21/1992".