Malpezzi (Pd): "Salvini ha sposato il delirio negazionista, nessun rispetto per 35.000 morti"

La senatrice Pd: "Questo atteggiamento di pseudo ribellismo adolescenziale, dunque, non è contro il governo ma contro gli italiani che meriterebbero un altro leader all'opposizione"

Salvini

Salvini

globalist 27 luglio 2020
La senatrice del Pd Simona Malpezzi, sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento, ha commentato duramente Matteo Salvini e il convegno dei negazionisti: "Per Salvini gli italiani ormai sono immuni al virus. Il Covid è un problema solo se riguarda gli immigrati. Deve essere questa la ragione che oggi lo ha spinto a rifiutare di indossare la mascherina durante un convegno nella biblioteca del Senato. Ben lontano ormai dal rappresentare una destra moderata, liberale e presentabile, il leader della Lega ha deciso di porsi fuori da ogni regola civica di buonsenso e ragionevolezza. In pieno stile Bolsonaro e ormai a corto di argomenti, decide di cavalcare le deliranti teorie negazioniste e complottiste dei gilet arancioni che lo rendono oggettivamente inadatto a guidare una grande democrazia liberale". 
"Solo una persona irresponsabile e in malafede può pensare di risollevare i consensi fomentando la rabbia e dichiararando che indossare la mascherina rappresenti una violenza. Si tratta, invece, di una forma di protezione dei cittadini che salva vite umane. Ricordo a Salvini che in Italia sono morte 35 mila persone, che il sistema sanitario ha avuto difficoltà a reggere l'urto dei malati e che molti medici hanno dovuto decidere a chi dare una chance. Almeno a loro un po' di rispetto sarebbe dovuto. Questo atteggiamento di pseudo ribellismo adolescenziale, dunque, non è contro il governo ma contro gli italiani che meriterebbero un altro leader all'opposizione. Un Paese che ha bisogno di serietà, compostezza e unità, è costretto ad assistere a questo teatrino imbarazzante".