Il monito di Francesco: "Ingiustizia e razzismo deturpano il volto dell'umanità"

Il messaggio del Papa nviato in occasione della 'Catholic Media Conference' organizzata dalla Associazione Stampa Cattolica da oggi a giovedì.

Papa Francesco

Papa Francesco

globalist 30 giugno 2020

Parole da tenere sempre a mente: il volto dell'umanità è "deturpato" dai mali dell'ingiustizia, dell'indifferenza, del razzismo, dai conflitti e dalle divisioni. Per guarirlo, è necessario guardare con occhi 'nuovi' la società e le persone, tutte, che la compongono.


E' il monito di Papa Francesco, che riecheggia nel messaggio inviato in occasione della 'Catholic Media Conference' organizzata dalla Associazione Stampa Cattolica da oggi a giovedì.
Il Pontefice esorta a "non chiudere gli occhi davanti a coloro che soffrono" e a "cercare il vero bene per tutti. Solo con quello sguardo - spiega - possiamo lavorare efficacemente per superare le malattie del razzismo, dell'ingiustizia e dell'indifferenza, che deturpano il volto della nostra famiglia comune".
Allora, auspica il Papa, "laddove il nostro mondo parla troppo spesso con aggettivi e avverbi, possano i comunicatori cristiani parlare con nomi che riconoscano e promuovano la rivendicazione silenziosa della verità e favoriscano la dignità umana".
E ancora: "Laddove il mondo vede conflitti e divisioni, guardate alla sofferenza e ai poveri, per dare voce alla richiesta dei nostri fratelli e sorelle bisognosi di misericordia e comprensione", è l'esortazione finale di Papa Francesco, invitando a "continuare a pregare insieme per la riconciliazione e la pace nel mondo".