Ranieri Guerra preoccupato: "C'è troppa euforia in giro, tanti senza protezioni"

L'assistente direttore generale per le iniziative strategiche dell'Organizzazione mondiale della sanità: "Il virus circola ancora, lo dobbiamo ricordare"

Ranieri Guerra

Ranieri Guerra

globalist 20 maggio 2020
Ha espresso preoccupazione per le troppe persone in giro Ranieri Guerra, assistente direttore generale per le iniziative strategiche dell'Organizzazione mondiale della sanità: la situazione è definita 'troppo euforica', con troppa gente in giro senza protezioni. 
"Personalmente sono molto preoccupato per una situazione molto euforica che ho visto negli ultimi due o tre giorni con veramente troppe persone in giro e troppe persone non protette, che sembra non abbiano compreso bene la potenziale gravità e la potenziale letalità del virus", ha affermato Guerra.
"È un virus - ha aggiunto - che ancora circola in comunità. Questo lo dobbiamo sempre ricordare, perché non è finita. Il virus circola ancora in maniera sostenuta nel Nord Italia. Nel Sud Italia circola molto meno. Però questo dà un effetto paradosso: al Sud Italia sono praticamente tutti contagiabili e tutti sensibili. Quindi se entra un cluster epidemico al Centro-Sud farà danni molto maggiori proprio perché non esiste in questo momento un'immunità degna di questo nome".