La denuncia di Rifondazione: "Consiglieri della Lega a un dibattito con i neonazisti di Lealtà azione"

Prc ha denunciato una iniziariva online che vede estremisti di destra e esponenti del partito di Salvini in Lombardia. Del resto i fascisti hanno sostenuto esponenti della Lega alle europee e regionali.

I fascisti di Lealtà Azione

I fascisti di Lealtà Azione

globalist 26 aprile 2020
Amici dei fascisti e di tanti gruppi di estremisti di destra: "Eurodeputati e consiglieri della Lega Nord presenti oggi a un dibattito online promosso dal gruppo di ispirazione neonazista di Lealtà azione sotto il nome del loro network nazionale Federazione. Il titolo è 'Covid 19. Cosa hanno fatto le istituzioni?'. La risposta possiamo darla anche noi. La Regione Lombardia, governata anche da Max Bastoni che partecipa al dibattito, ha fatto solo danni: mancata zona rossa a Bergamo, gestione criminale delle Rsa, abbandono degli operatori sanitari di base e dei malati lasciati senza tamponi e senza mascherine. Tutte ragioni che impongono il commissariamento della sanità lombarda come proposto da Milano 2030 con una petizione che ha superato le 75 mila firme".
Lo afferma il Partito della Rifondazione comunista - Sinistra Europea, federazione di Milano.
"Ricordiamo che i fascisti di Lealtà azione - conclude la nota di Rifondazione - hanno sostenuto Bastoni e Silvia Sardone nelle ultime campagne elettorali per le regionali e le europee e tra le fila della Lega è stato eletto Stefano Pavesi al Minicipio 8 di Milano. Nel partito di Salvini è di fatto presente una piccola corrente di estrema destra".