Coronavirus, aumentano le truffe bancarie e Bnl avverte i suoi clienti

La banca non invia mai mail, sms o chiama al telefono per chiedere ai clienti di fornire le credenziali di accesso all'home banking o all'app, i dati delle carte di credito o la variazione dei dati personali

Bnl

Bnl

globalist 31 marzo 2020
Molte banche stanno avvertendo i loro clienti che in questo periodo di emergenza stanno emergendo molti tentativi di frodi ai danni dei clienti. La Bnl, per esempio, informa i suoi clienti che "è attualmente in corso una campagna di comunicazioni fraudolente che, sfruttando la situazione di emergenza sanitaria nazionale e l’attenzione dedicata alle notizie sul Coronavirus, chiede di inserire i dati bancari in un falso sito". 
Bnl ricorda: "La banca non invia mai mail, sms o chiama al telefono per chiedere ai clienti di fornire le credenziali di accesso all'home banking o all'app, i dati delle carte di credito o la variazione dei dati personali". 
La banca continua: Se si ricevono comunicazioni email, sms o telefonate che richiedono ndi fornire dati bancari, contattare lo 060.060 o ci si rivolga alla Polizia Postale. Bnl non utilizza WhatsApp per le comunicazioni ai suoi clienti".