Il forno crematorio non regge il ritmo: bare accatastate a Piacenza

Dopo i camion militari di Bergamo altri terribili scene dalla città emiliana. Inizialmente il centro dava una mano a Bergamo e Brescia ora ci sono molte vittime della zona

Le bare accatastate

Le bare accatastate

globalist 23 marzo 2020

Dopo le terribile scene di Bergamo quelle di Piacenza: il forno crematorio della città è in tilt e un centinaio di bare sono state accatastate nella 'sala del congedo'.


I decessi a Piacenza, dall'inizio dell'emergenza coronavirus sono 314 ma il forno alla sua massima capacità può occuparsi al massimo di 12-13 cremazioni al giorno, mentre i feretri che arrivano quotidianamente sono 20-25.


"Se non ci verranno concesse deroghe che abbiamo richiesto si rischia il collasso - spiegano i responsabili della struttura - inizialmente abbiamo dato una mano a Bergamo e Brescia, ricevendo salme anche da lì, ma non potremo più farlo: temo, però, che anche limitandoci ai soli piacentini la situazione non migliorerà".