Sanders diserta l' incontro di un associazione pro-Israele: "Sostiene un governo che vessa i palestinesi"

Il candidato alle primarie accusa l'Aipac di essere vicina alle posizioni di Nethanyahu. La replica dell'organizzazione: "Vergognoso, il nostro è un evento bipartisan".

Sanders

Sanders

globalist 24 febbraio 2020

Il candidato per le primarie democratiche Bernie Sanders ha annunciato che diserterà la conferenza dell’associazione Aipac (American Israel Public Affairs Committee) poiché ritenuta vicina a governi che "esprimono intolleranza ed si oppongono ai diritti fondamentali dei palestinesi".


"Il popolo israeliano ha il diritto di vivere in pace e sicurezza e così ha diritto il popolo palestinese - si legge in una dichiarazione di Sanders, proveniente da una famiglia ebrea di origini polacche - sono preoccupato per il sostegno che offre a leader che esprimono intolleranza e si oppongono ai diritti fondamentali dei palestinesi. Per questa ragione non parteciperò alla loro conferenza".


Il riferimento di Sanders a Benjamin Nethanyahu non sembra casuale: già in passato Sanders aveva definito il suo governo: "di estrema destra e razzista" affermando in un incontro con i suoi elettori che “Netanyahu è un politico di estrema destra che tratta i palestinesi in modo molto ingiusto”.


I vertici dell'Aipac hanno risposto denunciando in una dichiarazione "l'estremamente vergognoso" attacco del candidato democratico alla Casa Bianca: “Lanciando un attacco così odioso contro un maggiore evento politico bipartisan americano – affermano dal gruppo - il senatore Sanders sta offendendo ogni suo collega e milioni di americani che stanno con Israele". L’Aipac sottolinea poi il fatto che Sanders"non ha mai partecipato alla nostra conferenza, come è evidente dalla sua dichiarazione offensiva".