Strage di Bologna: dai conti di Licio Gelli cinque milioni di dollari ai terroristi

La cifra emergerebbe dagli accertamenti che hanno analizzato documenti secondo cui i soldi sono transitati in questi conti dal febbraio 1979 fino ai depistaggi successivi al 2 agosto 1980. 

Strage di Bologna

Strage di Bologna

globalist 12 febbraio 2020
Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il flusso di denaro che dai conti di Licio Gelli e Umberto Ortolani è fluito fino agli organizzatori della strage di Bologna e ai Nar ammonterebbe a cinque milioni di dollari. La cifra emergerebbe dagli accertamenti che hanno analizzato documenti secondo cui i soldi sono indirettamente e a più riprese transitati in questi conti dal febbraio 1979 fino ai depistaggi successivi al 2 agosto 1980. 
Inoltre, dal filmato in Super 8 girato da un turista poco dopo l'esplosione, si vedrebbe non solo un volto riconducibile all'ex esponente di Avanguardia Nazionale Paolo Bellini, ma anche di altri.
La polizia scientifica ha analizzato il filmato e l'esito avrebbe confermato che Bellini è stato l'esecutore materiale dell'attentato che è costtao la vita a 85 persone, insieme ai Nar condannati in via definitiva e a Gilberto Cavallini, condannato recentemente all'ergastolo.