Le Sardine vanno da Benetton e a Destra (e non solo) si scatena la bufera

È bastata la foto di Mattia Santori insieme a Luciano Benetton e Oliviero Toscani per far alzare i toni della polemica (che non viene solo da Destra)

I fondatori delle Sardine con Luciano Benetton e Oliviero Toscani

I fondatori delle Sardine con Luciano Benetton e Oliviero Toscani

globalist 1 febbraio 2020

Parliamoci chiaro: quelle delle Sardine non è stata una mossa furba. La posizione dei Benetton è opaca e, a livello di immagine, farsi vedere insieme è effettivamente un danno, che dà la stola all’estrema destra (e agli invidiosi M5s) per attaccare il Movimento che ha salvato l’Emilia Romagna da Salvini.


La bufera è montata nel giro di poco tempo, e le Sardine potrebbero pagare cara la loro ingenuità. Ma risalta subito una cosa: se da un lato non c’è da stupirsi dell’attacco dell’estrema destra, sorprende la bile che anche i più moderati hanno evidentemente accumulato nei confronti delle Sardine. Evidentemente, chi ha successo deve sempre guardarsi le spalle. E le Sardine, come hanno promesso di fare, faranno bene a spersonalizzarsi, diventare entità politica più che volto da mandare in televisione. Ed evitare, in futuro, certi passi falsi che possono compromettere il grande lavoro finora fatto.