Primi due casi di coronavirus in Italia: sono turisti cinesi in Italia da alcuni giorni

La conferma del presidente Conte: la città militare potrebbe essere la struttura più idonea ad ospitare i connazionali di ritorno dalla Cina

Virus

Virus

globalist 30 gennaio 2020

Il Coronavirus è arrivato in Italia, lo ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa. "C'erano due casi sospetti, abbiamo avuto l'aggiornamento: questi due casi sono confermati. Anche in Italia abbiamo i primi due casi, due turisti cinesi da qualche giorno nel nostro paese".

Ha aggiunto Conte: "Abbiamo già predisposto tutte le misure precauzionali per isolare questi due casi".


I due sono in isolamento all'ospedale Spallanzani di Roma.


Chiuso il traffico aereo da e per la Cina.


La coppia di cinesi arriva dalla provincia di Wuhan


La coppia di cinesi ricoverata allo Spallanzani è originaria della provincia di Wuhan. Secondo quanto si e' appreso erano arrivati dieci giorni fa, il 23 gennaio a Milano. Dopo alcune tappe per l'Italia sono arrivati a Roma. Ieri sera si sono sentiti male e, visti i sintomi che presentavano, sono stati presi in carico da personale del 118 e ricoverati allo Spallanzani.


Quarantena italiana per gli italiani di ritorno dalla Cina
Potrebbe essere la Cecchignola, la cittadella militare di Roma, la struttura individuata per ospitare gli italiani che, su base volontaria, saranno rimpatriati da Wuhan nelle prossime 72 ore a bordo di un volo civile con personale del ministero della Difesa.
La città militare alle porte di Roma, viste le sue caratteristiche, potrebbe essere la struttura più idonea ad ospitare i connazionali rientrati dalla Cina nei 14 giorni di quarantena a cui dovranno essere sottoposti una volta arrivati in Italia, ed è per questo una delle ipotesi più accreditate tra quelle su cui si sta indirizzando l'Unità di crisi sull'emergenza Coronavirus.