Salvini a testa bassa contro Conte: "Sui migranti racconta balle vergognose"

L'ex ministro attacca il premier: "Nel 2019 siamo a 11.439 arrivi, di cui 6.304 da settembre a oggi 'grazie' al governo delle poltrone e dei porti aperti". Ma tace sui ricollocamenti.

Salvini

Salvini

globalist 28 dicembre 2019
Il premier attacca e il capo della Lega replica acido. Del resto tra i due c’è una sorta di guerra a distanza e, soprattutto, Salvini ha usato parola roboanti parlando spesso di traditori e tradimento.
"Conte annuncia modifiche ai Decreti sicurezza, racconta balle vergognose sull’immigrazione e cambia versione sulla Gregoretti. Nel 2019 siamo a 11.439 arrivi, di cui 6.304 da settembre a oggi 'grazie' al governo delle poltrone e dei porti aperti. Sulla Gregoretti ammette che Palazzo Chigi aveva avuto un ruolo per ricollocare gli immigrati. Così conferma anche che le trattative con gli altri Paesi c’erano sempre state: altro che novità degli ultimi mesi. Se Conte non sopportava la Lega e il sottoscritto, poteva dirlo subito anziché aspettare che gli togliessimo la fiducia. Evidentemente è troppo innamorato dalle poltrone, e infatti dopo aver perso un ministro ne annuncia due nuovi. Con Conte più sbarchi, più tasse, più poltrone e più balle".
Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini senza però dire una sola parola sui ricollocamenti, che in sua assenza sono moltiplicati per nove.