Top

Le Sardine si prendono Piazza Duomo: "Milano non si Lega"

Oggi è il turno di Milano e nonostante la pioggia, l'appuntamento spostato a mezz'ora dall'inizio della manifestazione e Parma-Inter l'affluenza è stata enorme

Le Sardine a Piazza Duomo
Le Sardine a Piazza Duomo

globalist

1 Dicembre 2019 - 16.36


Preroll

Inizialmente l’appuntamento era a Piazza dei Mercanti, ma il numero di partecipanti è stato talmente alto che a mezzora dall’inizio della manifestazione le Sardine hanno cambiato location e si sono prese Piazza Duomo. Un mare di gente sta continuando ad affluire nella piazza centrale del capoluogo lombardo, nonostante la pioggia battente, al grido di ‘Milano non si Lega’. 
Nessuna siglia di partito, tanto che Beppe Sala, sindaco di Milano, aveva già annunciato che non avrebbe partecipato: “Mi pare una buona proposizione, ovviamente ancora immatura, alla ricerca di elaborare un pensiero. Però certamente c’è la mia solidarietà e non ho nessuna intenzione di metterci su il cappello. Credo che in questo momento anche loro non vogliano avere politici che con la presenza marcano il loro posizionamento”. E ha aggiunto: “Che errore non deve fare il centrosinistra? Non deve pensare alle Sardine in sé ma riflettere una volta di più sul fatto che occupano uno spazio che noi abbiamo lasciato vuoto. Ricordo che un anno fa le Madamine torinesi sembravano centrali nel dibattito politico, ora ci sono le Sardine. Va benissimo, ma è un’altra dimostrazione che siamo noi che lasciamo uno spazio e qualcuno lo occupa. Dobbiamo riappropriarcene”.
“Nessuna bandiera, in Piazza Mercanti ci sarà spazio per tutti – scrivono gli organizzatori -. Per Milano e per tutti coloro che vorranno stringersi in un grande abbraccio. Riprendiamoci il diritto di guardare l’altro con un sorriso e non con la paura. Lasciate a casa ogni rancore e ogni insulto o violenza. Rimarrà solo il rumore delle onde”. Gli organizzatori hanno invitato i manifestanti a “portare con voi una scatola di sardine, oppure di qualsiasi altro alimento, purché in lattina e con una scadenza a lungo termine. Con un piccolo gesto aiuteremo chi in questo momento è in difficoltà. Sarà il nostro abbraccio silenzioso, l’abbraccio di una città che vuole sentire tutti uniti accanto a chi è più vulnerabile, che non sono il “degrado” ma persone alle quali è successo qualcosa che potrebbe accadere a ciascuno di noi. Pane Quotidiano si occuperà della raccolta e della redistribuzione di quanto sarà raccolto domenica”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage