Bettini (Pd): "L'unico leader è Conte, avanzi proposte che vincolino tutti"

Goffredo Bettini, intervistato da La Stampa non vede alternative all'esecutivo guidato da Giuseppe Conte.

Goffredo Bettini

Goffredo Bettini

globalist 27 novembre 2019
"Conte è un leader politico. Non c'è altro governo oltre il suo. Dopo di lui ci sarebbero solo le elezioni". Goffredo Bettini, intervistato da La Stampa non vede alternative all'esecutivo guidato da Giuseppe Conte. Il governo, per Bettini, "Tuttavia quello che di buono abbiamo fatto finora non basta più," aggiunge il dem. Ora si deve "lavorare in un clima più coeso e su indirizzi concordati più chiari".

"E' il momento di compiere un grande passo in avanti - chiede Bettini - . Il presidente del Consiglio a gennaio deve avanzare una proposta condivisa alla quale poi tutti devono sentirsi vincolati. Il governo sta in piedi solo se è utile all'Italia, questo è il sentimento del Pd".

Bettini sottolinea come il governo "ha già evitato una legge di bilancio antieuropea e fondata sul debito, che sicuramente Salvini, se al potere, avrebbe realizzato". Ora Salvini sembra più moderato: "la Lega parla un linguaggio più suadente. Ma il suo cuore è gonfio di rabbia, e batte per un'Italia xenofoba, ultraliberista e regressiva"