Top

Indagini sulla fondazione renziana: perquisito e indagato Marco Carrai

Open, di cui era presidente l'avvocato Alberto Bianchi, sosteneva iniziative politiche tra cui la Leopolda: il lagale indagato per traffico di influenze e violazione della legge sul finanziamento

Marco Carrai e Matteo Renzi
Marco Carrai e Matteo Renzi

globalist

26 Novembre 2019 - 08.38


Preroll

Perquisito e indagato nell’inchiesta sulla fondazione Open l’imprenditore Marco Carrai, amico personale di Matteo Renzi e già membro del Cda della stessa Open. E’ quanto si apprende da fonti vicine all’inchiesta.

OutStream Desktop
Top right Mobile

La Guardia di finanza ha perquisito l’ufficio di Carrai a cui è stato notificato anche avviso di garanzia. Secondo quanto emerge, l’imprenditore sarebbe stato riferimento dentro la fondazione di parte dei finanziatori su cui si e’ diretta l’attenzione della procura di Firenze negli ultimi sviluppi dell’inchiesta e che sono stati perquisiti oggi.

Middle placement Mobile

La Fondazione Open, attiva dal 2012 al 2018, era nata per sostenere le iniziative politiche di Matteo Renzi, tra le quali la convention della Leopolda.
L’avvocato Bianchi risulta indagato per traffico di influenze illecite tra il 2016 e il 2018. La procura procede anche per reati in violazione della legge sul finanziamenti dei partiti politici.

Dynamic 1

Pistoiese d’origine, fiorentino d’adozione, 65 anni, l’avvocato Bianchi è stato anche legale dell’ex premier Renzi oltre che presidente di Open, ‘erede’ della fondazione Big bang nata nel 2012, il cui scopo era supportare le attività e le iniziativa di Matteo Renzi fornendo contributo finanziario, organizzativo e di idee.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile