Il carabiniere che ha baciato la mano a Ilaria Cucchi: "Mi sono sentito di farlo..."

Il militare che ha omaggiato la sorella di Stefano è stato elogiato ma anche fortemente criticato. Lui ga risposto nella maniera più semplice

Il baciamano a Ilaria Cucchi

Il baciamano a Ilaria Cucchi

globalist 15 novembre 2019
Un bel gesto anche se qualcuno lo ha visto di carino occhio perché in qualche ambiente Stefano Cucchi era (e purtroppo è) rappresentato come un drogato che non merita rispetto e che in qualche modo se l’è andata a cercare, come del resto riecheggia nelle parole di Salvini che a commento della sentenza di condanna ha detto in maniera spregiativa che la droga fa male.
Ossia se fosse stato lontano dalla droga non sarebbe stato arrestato e se non fosse stato arrestato non sarebbe stato pestato.
Ma cosa ha detto il carabiniere ripreso dai fotografi? "Mi sono sentito di farlo e l'ho fatto". Lo ha detto il militare che ieri dopo la sentenza del processo Cucchi, nell'aula bunker di Rebibbia, ha fatto il baciamano a Ilaria, sorella del geometra romano per la cui morte sono stati condannati due militari dell'Arma. "Non voglio e non posso dire altro" aggiunge il carabiniere, regolarmente in servizio oggi al tribunale di Roma.
Il gesto di ieri è stato considerato come un atto di "galanteria" nei confronti di una signora. "Finalmente dopo 10 anni è stata fatta giustizia" aveva detto il militare dell'Arma ai giornalisti che gli chiedevano le ragioni del gesto.