Fratelli d'Italia si vanta: a Brisighella abbiamo commemorato i caduti fascisti

Il comune in provincia di Ravenna è finito nelle mani della destra. E subito sono partite le iniziative revisioniste per onorare la Repubblica di Salò

La giunta di destra di Brisighella non commemora l'eccidio dei partigiani

La giunta di destra di Brisighella non commemora l'eccidio dei partigiani

globalist 3 novembre 2019

Inutile che Giorgia Meloni faccia finta di aver fatto i conti storici e politici con il fascismo. Mentre i suoi dirigenti partecipano alle cene per Mussolini e la Marcia su Roma e mentre lei, per motivi elettorali, mette in lista un nipote del duce, sapendo che quello è il suo elettorato.
E così le vergogne continuano. Così un comunicato di Fdi di Brisighella (in provincia di Ravenna) recita in maniera spavalda: “L'Amministrazione Comunale di Brisighella, unico Comune della Provincia di Ravenna governato da una maggioranza di centrodestra, dopo decenni di egemonia comunista e cattocomunista, in occasione della ricorrenza dei defunti, ha voluto, con alcune cerimonie, ricordare i Caduti per la Patria, senza distinzioni di parte o bandiera. Nell'occasione oltre ai monumenti di Brisighella, Fognano e Pieve Tho', è stata deposta una corona d'alloro alla cappella degli Alpini della Famiglia Broggi, ove oltre al S. Ten. Paolo Carlo Broggi, figlio della Maestra del paese, sono sepolti 16 Caduti Alpini della Divisione Monterosa della Rsi. In questo modo si sono voluti onorare tutti i Caduti e rispondere a quei valori di Unità Nazionale, libertà e amore per la Patria in cui crediamo”.
C’è bisogno di aggiungere altro?
Sì: dopo aver negato al Pd il piazzale della stazione per fare la festa dell’Unità, il Comune guidato da Massimiliano Pederzoli non si era presentato alla commemorazione dell’eccidio nazifascista dei martiri di Casale.


Questa è la destra italiana che non rotto i legami con il fascismo