Ocean Viking, sbarco a Pozzallo: migranti redistribuiti anche in Francia e Germania

Il governo annuncia la soluzione dello stallo dopo le Pd e Italia Viva avevano manifestato il loro disappunto per l'attesa

Migranti sulla Ocean Viking

Migranti sulla Ocean Viking

globalist 29 ottobre 2019

Dopo un lungo tira e molla la soluzione è arrivata: la Ocean Viking sbarcherà a Pozzallo con i 104 migranti a bordo, salvati il 18 ottobre. Lo fa sapere il Viminale dopo aver autorizzato l'approdo nel porto siciliano. "Si è appena conclusa infatti - spiega il ministero - la procedura di ricollocazione dei migranti soccorsi in base al pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta, Francia e Germania in particolare ne accoglieranno 70". 

Le polemiche della mattina
"104, 90, 44 sono i migranti, tra cui donne e bambini, salvati dal naufragio da tre navi, Ocean Viking, Alan Kurdi, Open Arms. La prima nave da dieci giorni attende un porto. Cosa fa il governo italiano?" Lo ha scritto su Facebook Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana.
 "Cosa diciamo e facciamo perché Salvini, anche in presenza di un governo diverso, non continui a dettare le sue politiche scellerate e a provocare sofferenze e morte in mare, in violazione dei trattati internazionali e dei più elementari diritti umani? Di Maio non ha intenzione di rinunciare ai decreti sulla sicurezza che ha voluto insieme a Salvini. Credo che sia venuto il momento di un chiarimento su questi temi", ha aggiunto Rossi.



Le pressioni di Renzi
"La #OceanViking va fatta sbarcare subito. Non si tengono le persone in mezzo al mare. Lavoriamo per il progetto Africa e per aiutarli a casa loro, come dico da anni. Ma quando ci sono persone in mare, si devono far sbarcare, punto". Lo scrive su Twitter Matteo Renzi.
Franceschini parla con Lamorgese e Conte
"Non ho fatto tweet ma il presidente del Consiglio e il ministro degli Interni con cui ho parlato più volte anche nelle ultime ore, sanno che per il Pd non è tollerabile tenere un minuto di più persone in mare".
Lo ha detto il ministro Dario Franceschini a margine di un evento culturale sulla vicenda della Ocean Viking.