Violenze sui detenuti: sei agenti della polizia penitenziaria arrestati per tortura

Il Gip parla di 'gravi episodi di violenza' commessi tra l'aprile 2017 e il novembre 2018. Contestato l'articolo 613 bis del coside penale

La Casa circondariale di Torino

La Casa circondariale di Torino

globalist 17 ottobre 2019
Una storia bruttissima e dovrebbero riflettere quei politici che, cavalcando l’odio e il disprezzo verso gli ultimi, hanno sempre mostrato di voler dare copertura agli abusi nel nome di uno Stato forte che se ne frega della Costituzione.
Così è emersa una storia di violenze sui detenuti nel carcere di Torino dopo la segnalazione del Garante delle persone private della libertà personale del Comune di Torino-
L'indagine ha portato all'arresto di sei agenti della polizia penitenziaria, ora ai domiciliari, in servizio presso la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno. Il provvedimento riguarda "plurimi e gravi episodi di violenza" - spiega una nota della Procura - commessi tra l'aprile 2017 e il novembre 2018.
L'ordinanza del gip del tribunale di Torino è stata eseguita nella mattinata odierna dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria. L'indagine riguardano altri soggetti indagati a piede libero ed e' ancora in corso. Gli inquirenti intendono infatti accertare "eventuali responsabilità penali di altri soggetti" e "se ci siano stati altri episodi analoghi, oltre a quelli finora denunciati".
L'applicazione delle misure cautelari, precisa ancora la procura, si è resa necessaria per evitare, in questa delicata fase, il pericolo di inquinamento probatorio
Il reato contestato nei loro confronti è quello previsto dall'articolo 613 bis del codice penale. Ossia tortura.