Berceto concede la cittadinanza al leader curdo Ocalan, la Turchia insorge: "È un terrorista"

La Turchia ha convocato l'ambasciatore italiano. Il sindaco di Berceto: "Ocalan ha difeso i diritti dell'uomo"

Ocalan

Ocalan

globalist 9 ottobre 2019
Il Comune di Berceto, in provincia di Parma, ha concesso la cittadinanza a onoraria a Abdullah Ocalan, leader e guerrigliero del Pkk curdo, simbolo della resistenza e da vent'anni prigioniero sull'isola di Imrali in isolamento. 
Non si è fatta attendere la reazione del Governo turco. Il ministero degli esteri di Ankara ha convocato l'ambasciatore italiano per ribadire la "forte condanna" del governo di Erdogan circa l'iniziativa del comune del parmense di concedere la cittadinanza al leader del Pkk curdo, condannato a morte per terrorismo, pena commutata in ergastolo a vita, La Turchia ha sottolineato anche il fatto che Ocalan rientra nella lista delle persone considerate terroriste dall'Unione Europea. Di diverso avviso è il sindaco di Berceto che ha replicato di "aver solo difeso i diritti civili di un uomo in isolamento da oltre vent'anni. Il fatto che Berceto possa far scoppiare una crisi internazionale tra Turchia e Italia ha aggiunto - mi pare sia una esagerazione".