Salvini in Campidoglio contro la Raggi, M5s replica: "Non è il Papeete"

Il capo della Lega con un nugolo di militanti per chiedere le dimissioni della sindaca. I grillini arrivano con sei bicchieri di mojito

Manifestazione della Lega contro Virginia Raggi

Manifestazione della Lega contro Virginia Raggi

globalist 4 ottobre 2019

Un botta e risposta mediatico. Divertente, tutto somatico. Ma anche emblematico su cosa si sia ridotta la politica nella famosa era post-ideologica: nessun confronto su idee e ideali e al massimo cabaret e battute estemporanee,

Durante il comizio del leader della Lega Matteo Salvini in piazza del Campidoglio per chiedere le dimissioni del sindaco di Roma, Virginia Raggi, davanti a circa duecento sostenitori leghisti, dall'ingresso del Palazzo Senatorio sono usciti un gruppo di consiglieri dei Cinquestelle con i cartelli "Salvini questo è il Campidoglio non è il Papete".
Alla mini contro manifestazione a sostegno della Raggi c'erano, tra gli altri, l'assessore al Personale Antonio De Santis, i consiglieri Giuliano Pacetti, Angelo Viario, Annalisa Bernabei, Carlo Maria Chiossi e Massimo Bugani dell'Ufficio stampa. Con loro un cameriere con un vassoio e sei bicchieri di mojito.
La breve contromanifestazione dei Cinquestelle ha provocato fischi e grida da parte dei sostenitori leghisti che hanno chiesto a gran voce "elezioni, elezioni".