Fine vita, Marco Cappato: "Da oggi siamo tutti più liberi"

Così il politico indagato per istigazione al suicidio per il caso di Dj Fabo ha commentato la decisione della Consulta sul Fine Vita

Marco Cappato

Marco Cappato

globalist 25 settembre 2019
"Da oggi siamo tutti più liberi, anche chi non è d'accordo" con la decisione della Consulta sul fine vita. Lo ha detto Marco Cappato, che era accusato di istigazione al suicidio per il caso di dj Fabo, commentando la sentenza che lo ha visto scagionato dalle accuse. Poco prima, Cappato aveva twittato: "Comunque vada il mio processo, con la disobbedienza civile abbiamo raggiunto un grande risultato: portare all'attenzione dello Stato italiano ciò che i partiti rifiutavano da anni di prendere in considerazione".