Mimmo Lucano sul fumetto xenofobo anti-invasione: "Fomentano l'odio"

L'ex sindaco di Riace commenta l'iniziativa editorale de La Verità nella quale si vede in copertina un nero con un machete che gronda sangue

Umanità contro razzismo: Mimmo Lucano, quando l’umanità è eroismo

Umanità contro razzismo: Mimmo Lucano, quando l’umanità è eroismo

globalist 14 settembre 2019
Visto che l’odio al potere ha avuto una battuta d’arresto, adesso c’è da aspettarsi una campagna mediatica basata sulle paure, sull’odio e sul rancore per iniettare sodi di xenofobia nel sentimento degli italiani.
Il fumetto anti-invasione edito da La Verità di Belpietro che vuole inserirsi nel dibattito dell'immigrazione per contrastare una narrazione "a senso unico" preoccupa l'ex sindaco di Riace Mimmo Lucano: “Mi preoccupa questo genere di pubblicazioni che aiutano a fomentare odio e contrapposizioni. E' pericoloso dare chiavi di lettura che non corrispondono al vero. Non siamo in presenza di un'invasione".
Lucano, ripercorrendo il lavoro di accoglienza a Riace che, al di là dell'inchiesta, gli è valso l'inserimento tra le 50 persone più influenti del mondo su Fortune per modello di accoglienza, dice che "Riace ha avuto una occasione storica" e che, attraverso il lavoro di accoglienza, si è dato vita ad una "coscienza nuova. E dire - osserva - che, all'inizio, tutto è nato quasi per casualità, poi è diventata una strategia perché si tratta di intervenire nei processi sociali".
"Facendo il sindaco - annota ancora Lucano - ho capito che ci sono forti processi di spopolamento e ho capito che era necessario dare accoglienza. Cosa che ci legava all'identità del popolo calabrese. Ma non si parli di invasione, non c'è mai stata invasione".