Caos nell'intercity Milano-Livorno rotto due volte, picchiato il capotreno

Identificato lʼaggressore, un austriaco in viaggio con la famiglia. Il convoglio si è rimesso in marcia dopo aver accumulato oltre tre ore di ritardo

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

globalist 19 agosto 2019
E' stato aggredito da un passeggero il capotreno dell'Intercity 35662 Livorno-Milano, che si era fermato ad Arquata Scrivia (Alessandria) per la rottura del locomotore già cambiato per un guasto a Genova Pontedecimo. Dopo una lunga sosta il treno è ripartito, con un ritardo di oltre tre ore. Le forze dell'ordine  hanno identificato l'aggressore, un cittadino austriaco in viaggio con la famiglia.
Il convoglio, partito dalla stazione di Genova Principe alle 9:15 ha subito un guasto a Genova Pontedecimo al primo locomotore, che è stato sostituito causando quasi due ore di ritardo.
Ripartito da Genova Pontedecimo, il locomotore 'nuovo' si è rotto anch'esso e il treno si è fermato ad Arquata Scrivia (Alessandria), dove è avvenuta l'aggressione al capotreno.
Anche domenica ci sono stati ritardi sulla rete a causa di un tir che aveva perso il carico sui binari. Venerdì, invece, erano stati cancellati 23 convogli a causa di malattie e congedi del personale.