Salvini capovolge i fatti: "È Open Arms che tiene in ostaggio gli immigrati a bordo"

Il capo della Lega replica a modo suo alle accuse della Ong: "Solo per attaccare e provocare me e l'Italia. Non mi fate paura, mi fate pena. Io non mollo"

Migranti sull'Open Arms

Migranti sull'Open Arms

globalist 18 agosto 2019
L’arte di rivoltare la frittata. Ossia dare la colpa agli altri e cavalcare, Tra un Savoini e un Siri, un po’ di odio anti-migranti che è l’unico carburante che gli è rimasto, vista la disastrosa condizione politica e sociale dell’Italia.
"Da 17 giorni, invece di andare in un porto spagnolo, questi 'signori' tengono in ostaggio gli immigrati a bordo (fra cui finti malati e finti minorenni) solo per attaccare e provocare me e l'Italia. Non mi fate paura, mi fate pena. Io non mollo".
Lo ha scritto su Facebook il ministro e vicepremier Matteo Salvini, replicando a un post della Open Arms che ha definito "miserabile chi utilizza 107 esseri umani 'senza nome' e dei [email protected] come ostaggi per fare propaganda xenofoba e razzista".
Ma visto che la procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta basterà attendere qualche giorno.
Se dovesse denunciare l’equipaggio di Open Arms allora Capitan Nutella avrebbe ragione.
In caso contrario saremmo di fronte all’ennesima falsa accusa, teoricamente da querela.