Salvini ha a cuore i bambini? Blocchi Pillon che vuole sottrarre i figli alle madri per legge

La senatrice del Pd Valeria Valente, presidente della commissione di inchiesta per il Femminicidio: "La Lega si è inventata sindromi da alienazione parentale che la comunità scientifica nega"

Manifestazione contro Ddl Pillon

Manifestazione contro Ddl Pillon

globalist 23 luglio 2019
I bambini vano sempre salvaguardati. Tutti e senza distinzioni. Sia quelli strappati dalle famiglie con la frode e dati in affido per biechi tornaconti personali, sia quelli cacciati in malo modo dai luoghi dove vivevano e mandanti in mezzo alla strada, perdendo i loro legami con la scuola e gli amici, sia quelli lasciati in mezzo al mare senza soccorsi o usati per battaglie politiche.
Lo ha detto anche a senatrice del Pd Valeria Valente, presidente della commissione parlamentare di inchiesta per il Femminicidio.
"Salvini annuncia su Twitter la sua visita a Bibbiano nel giorno in cui il ddl Pillon torna al Senato. Dal ministro dell`Interno sarebbe stato bello una volta tanto sentire parole chiare di sostegno e totale fiducia al lavoro della magistratura, piuttosto che ritrovarsi ancora una volta di fronte a gesti che rischiano in concreto di strumentalizzare, insieme ai suoi alleati di governo, una vicenda così grave. Piuttosto, se Salvini, come auspichiamo, ha davvero a cuore il destino dei bambini, blocchi subito il ddl Pillon che consente per legge di sottrarre i figli alle madri, ipotizzando sindromi da alienazione parentale che la comunità scientifica nega. Altrimenti siamo di fronte alla solita propaganda, questa volta, però, giocata a danno dei minori".