Omofobia a Rimini: picchiato da un uomo con la testa rasata per aver baciato il suo compagno

L'episodio è stato reso noto dall'Arcigay riminese: l'aggressore è fuggito e non è stato ancora identificato

Stop omofobia

Stop omofobia

globalist 21 luglio 2019
Fascismo, razzismo e omofobia sono il ‘triplette’ reazionario che trova sempre più cittadinanza in un’Italia preda dell’odio e dell’intolleranza instillata ad arte da forze politiche che campano di paure e di rancore.
A Rimini, durante i festeggiamenti della notte rosa, un giovane è stato violentemente aggredito da un altro uomo. La sua colpa, aver baciato il suo compagno. L'aggressione è avvenuta il 5 luglio ma è stata resa nota successivamente dal presidente dell'Arcigay Rimini, Marco Tonti. La vittima è stata pestata e colpita in volto mentre l'aggressore, che si è dato subito alla fuga, deve essere ancora identificato.
Il giovane stava camminando abbracciato al suo compagno sul lungomare di Marina centro insieme a un gruppo di amici. "Quando la coppia si è baciata - racconta Tonti al Resto del Carlino - un uomo con i capelli rasati ha colpito e spintonato a terra il giovane". Gli amici della vittima hanno cercato inutilmente di inseguire l'aggressore, mentre il giovane, che ha riportato alcune ferite al volto, veniva soccorso dal compagno. 
  Il ragazzo, ora sotto shock, ha ricevuto sostegno psicologico e legale dall'Arcigay di Rimini, attraverso cui è partita una segnalazione alla Questura.